Arresti a Reggio Calabria: colpo alla cosca Barreca di Pellaro, sequestro beni per 6 milioni

Operazione Metameria della Dda reggina. Sono 28 le persone coinvolte, fra le accuse anche associazione mafiosa ed estorsione. La lente degli investigatori anche sui clan Condello, De Stefano, Ficara Latella e Libri

di Consolato Minniti
16 febbraio 2021
06:32

Gazzelle dei carabinieri a sirene spiegate ed elicotteri hanno squarciato il silenzio della primissima mattina su Reggio Calabria.

Il motivo è presto detto: si tratta di un’operazione di polizia giudiziaria effettuata dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia guidata da Giovanni Bombardieri, e seguita personalmente dai pubblici ministeri Musolino ed Ignazitto.


Inferto un duro colpo ad una cosca di ‘ndrangheta operante nella città di Reggio Calabria, e che abbraccia anche la periferia sud, al cui interno vi sarebbero membri appartenenti a famiglie che sembravano ormai storicamente tramontate. Ed invece, secondo primissime notizie, sarebbero tornate prepotentemente in gioco. Le accuse sono, a vario titolo, fra l’altro di associazione mafiosa ed estorsione.

L’indagine, denominata Metameria, ha avuto come epicentro investigativo la cosca Barreca di Pellaro e le trame criminali che si sono dipanate fino al quartiere Archi, dove sono attive le cosche Condello e De Stefano. Sono una trentina gli arrestati nelle due ordinanze di custodia cautelare firmate dai gip Tommasina Cotroneo e Karin Catalano su richiesta dei pm Stefano Musolino e Walter Ignazitto. Tra gli arrestati c'è pure Giandomenico Condello. Nell'inchiesta della Dda sono emersi anche gli interessi criminali delle cosche Ficara Latella, Libri e il locale di Santa Caterina.

Il provvedimento cautelare personale è accompagnato da un sequestro beni per aziende impegnate nel global service, turismo ed edilizia, per un valore di beni strumentali superiore ai 6 milioni di euro.

LEGGI ANCHE:
Arresti Reggio, il ritorno della cosca Barreca: il boss detenuto teneva vertici durante i ricoveri

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top