Omicidio di Lisa Gabriele, indagato ex poliziotto: aveva una relazione con la 22enne

Inviato un avviso di garanzia a Marco Mirko Abate. L'inchiesta della procura di Cosenza mira a far luce sul delitto consumato a Rose del 2005

36
di Salvatore Bruno
4 maggio 2021
11:05

La necessità di effettuare accertamenti tecnici irripetibili su un telefono cellulare appartenuto a Lisa Gabriele, la 22enne di Rose assassinata nel gennaio 2005 il cui corpo venne ritrovato nelle sua Fiat 500 in una contrada collinare di Montalto Uffugo, ha determinato l'iscrizione sul registro degli indagati di Maurizio Mirko Abate, 51 anni, ex poliziotto, con il quale la ragazza all'epoca della sua morte aveva una relazione sentimentale.

In attesa della verità

L'avviso di garanzia inviato all'uomo consentirà al suo legale, l'avvocato Marco Facciolla, di presenziare alla perizia insieme ai rappresentanti della famiglia della vittima, che ad oltre 15 anni di distanza dal delitto, sono ancora in attesa di verità e giustizia. Il caso è stato riaperto dalla Procura di Cosenza nell'ottobre del 2019 sulla base del contenuto di una lettera anonima il cui autore indicava proprio in un agente l'autore dell'omicidio. Successivamente sono stati condotti ulteriori accertamenti sulla salma della giovane, riesumata per una nuova autopsia.


La gravidanza simulata

L'inchiesta è condotta dal sostituto Antonio Bruno Tridico sotto il coordinamento di Mario Spagnuolo. Lisa Gabriele venne soffocata, forse con un cuscino. Forse addirittura con lo stesso cuscino con cui, secondo le testimonianze raccolte, stava fingendo una gravidanza. Quell'inganno potrebbe essere il movente del delitto. L'autore si è poi dato da fare per simulare un suicidio, lasciando nell'auto vicino al corpo esanime della ragazza, psicofarmaci, bottiglie di whisky e un biglietto d'addio.

Gli accertamenti medico-legali

Ma gli accertamenti del medico legale rivelarono che Lisa nonaveva assunto droghe, farmaci o alcolici mentre quel biglietto, secondo i periti calligrafici, era stato scritto da qualcun altro. Ora dal telefono appartenuto a Lisa, gli inquirenti sperano di riuscire a ricavare nuovi elementi utili a scoprire come siano andate le cose.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top