Ospedale di Paola, quattro operatori sanitari positivi al coronavirus

Si tratta di infermieri del reparto di Ortopedia e di tecnici di laboratorio, ora posti in quarantena domiciliare, così come le persone che sono venute in contatto con loro. Si attende l'esito degli altri tamponi

432
di Francesca  Lagatta
14 aprile 2020
21:51

Quattro persone infette. È questo il bilancio provvisorio dei controlli effettuati sul personale sanitario dell'ospedale di Paola. Si tratta di infermieri del reparto di Ortopedia e tecnici di laboratorio. Dopo le visite di routine nei presidi Covid di Cosenza e provincia, i sanitari sono stati posti in quarantena nelle loro abitazioni, così come le persone venute in contatto con loro. Complessivamente, le condizioni di salute al momento sembrano non destare preoccupazione.

Si attendono altri risultati

Tra le mura del nosocomio San Francesco, la tensione è alle stelle. Dopo la scoperta dei quattro sanitari affetti da Covid 19, si attende l'esito di altri tamponi. I controlli rientrano nelle operazioni obbligatorie di monitoraggio sul personale tecnico, medico e infermieristico che in queste settimane è chiamato a fronteggiare l'emergenza del coronavirus.


Notizie altalenanti

Sono giorni cruciali per la lotta al Covid 19 e dopo un mese di isolamento collettivo, le notizie che giungono sono contrastanti. Da un lato la curva del numero dei contagi ha avuto un'inflessione, dall'altro palare di fine della pandemia pare ancora un'utopia. Grande preoccupazione destano i focolai delle case di cura per anziani, che hanno contribuito ad aumentare vertiginosamente il numero dei morti.

Diciannovesimo decesso in provincia di Cosenza

Alla lista calabrese dei decessi per coronavirus si è aggiunta, nelle ultime ore, una donna di Amantea. È il diciannovesimo caso in provincia di Cosenza. La donna era ricoverata nel reparto di Malattie infettive all’ospedale Annunziata di Cosenza e la sua dipartita è una notizia doppiamente tragica. E' la madre del bidello deceduto all'ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro a fine marzo. L’uomo si era infettato al nord, dove lavorava da tempo. Poi con la chiusura delle scuole, era rientrato nella città natale mettendosi in auto quarantena, ma aveva comunque contagiato la madre e la sorella. Anche quest’ultima, infatti, è risultata positiva al Covid 19 e si trova attualmente ricoverata nel nosocomio bruzio.

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio