Reggio, l'ex dirigente Marcello Cammera assolto con formula piena

Già dirigente dei lavori pubblici, il politico era stato coinvolto in nell'inchiesta Gotha sugli intrecci tra mafia e massoneria in riva allo Stretto

3
di Redazione
27 settembre 2018
18:57

Il Tribunale di Reggio Calabria ha assolto con formula piena Marcello Cammera, già dirigente del settore lavori pubblici del Comune di Reggio Calabria. Cammera era imputato per omissione di atti d'ufficio per non avere disposto interventi finalizzati a risolvere la problematica degli allagamenti verificatisi sul litorale cittadino nelle adiacenze dell'aeroporto, precisamente in località "Sabbie bianche", nell'anno 2012.

 


Il difensore di Cammera, dall’avvocato Massimo Canale, ha sostenuto l'insussistenza del fatto "sia in ragione della idoneità degli interventi apprestati dal Comune su impulso del mio assistito, che per il tempestivo riscontro che il medesimo funzionario aveva dato ai cittadini residenti". Cammera è imputato, per concorso esterno in associazione mafiosa ed altri reati contro la pubblica amministrazione, nel processo Gotha, in corso dinanzi al Tribunale di Reggio Calabria. Secondo la Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria, Cammera sarebbe stato "un uomo dell'avvocato Paolo Romeo, già parlamentare del Psdi, considerato a capo della cupola masso-mafiosa che avrebbe condizionato le dinamiche politico-istituzionali nella città di Reggio Calabria".

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top