Processo Genesi

Toghe sporche, il processo approda al secondo grado: a dicembre Petrini di nuovo a giudizio a Salerno

In primo grado tutti condannati per il reato di corruzione in atti giudiziari. La Procura e i difensori hanno appellato la sentenza emessa dal tribunale 

30
di Luana  Costa
29 ottobre 2021
15:43

Si aprirà il prossimo 17 dicembre il processo di secondo grado a carico dell'ex presidente di sezione della Corte d'Appello di Catanzaro, Marco Petrini, dell'avvocato del foro catanzarese Francesco Saraco e nei confronti di Emilio Santoro.

Genesi, processo d'appello

La Corte d'Appello di Salerno ha, infatti, fissato il prossimo dicembre la data della prima udienza a seguito degli appelli presentati dalla Procura di Salerno e dai difensori degli avvocati contro la sentenza di primo grado emessa il 23 novembre del 2020 dal Gup del Tribunale di Salerno. Tutti e tre gli imputati - che avevano chiesto di essere giudicati con rito abbreviato - erano stati condannati in primo grado per il reato di corruzione in atti giudiziari.


Genesi, l'inchiesta

L'inchiesta è quella istruita dalla Procura di Salerno e che ha gettato luce su presunti episodi di corruzione consumati nel distretto giudiziario catanzarese. In particolare, l'ex magistrato Marco Petrini è accusato di aver ricevuto denaro e utilità per modificare l'esito delle sentenze. In primo grado Marco Petrini era stato condannato alla pena di 4 anni e 4 mesi di reclusione con l'esclusione dell'aggravante mafiosa; Francesco Saraco condannato alla pena di 1 anno e 8 mesi di reclusione e Emilio Santoro alla pena di 3 e 2 mesi di reclusione.

Genesi, la collaborazione

Tutti e tre gli imputati avevano deciso di collaborare con la Procura di Salerno. Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Francesco Calderaro, Michele Gigliotti e Nico D'Ascola.  

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top