Catanzaro, il sindaco Abramo: «Lottizzazioni al Giovino? Polemica stupida»

VIDEO | A rischio lottizzazioni il pomone verde del quartiere marinaro, ma il primo cittadino rassicura. E intanto sono partiti ufficialmente oggi i lavori per la realizzazione della nuova rotatoria che collega la stessa area con viale Crotone

10
di Rossella  Galati
27 marzo 2019
15:22

«Quella che si sta facendo in questo momento è una polemica stupida perché abbiamo dimostrato di aver bocciato qualsiasi tipo di lottizzazione». E’ una polemica stupida  per il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo quella relativa al rischio lottizzazioni dell’area Giovino. Nessuna colata di cemento in quello che rappresenta il polmone verde nel quartiere marinaro, assicura il sindaco. Una contrarietà alla cementificazione che per Abramo è già stata dimostrata dai fatti avendo bocciato le lottizzazioni nel terreno di proprietà della Di Tocco, ricadente nella stessa zona. Anche se lì i lavori precedono: «Non credo che i lavori rientrino in quell’area. Comunque ho dato già mandato agli uffici per controllare».

L'attacco dell'opposizione

Un tema che divide maggioranza e opposizione di Palazzo De Nobili. Proprio ieri sera Sergio Costanzo, Fabio Celia, Cristina Rotundo, Lorenzo Costa, Libero Notarangelo, Roberto Guerriero, Gianmichele Bosco e Nicola Fiorita, si sono dati appuntamento nella sala giunta manifestando delusione rispetto al comportamento e alle dichiarazioni di Abramo. Secondo l’opposizione si tratta di un bluff. «Qual è la loro proposta? – replica Abramo – Noi abbiamo detto di voler fare un bando pubblico e su questo anche loro non hanno mai detto di no. Ricordo che noi abbiamo bocciato le lottizzazioni, loro sono usciti dall’aula. Forse perché loro erano per la lottizzazione. E quindi cosa facciamo? Da parte loro non c’è nessuna proposta. Trovano solamente il modo per contestare qualsiasi cosa. Io non ho approvato nessuna delibera che è depositata da oltre due mesi in giunta. Ho detto sin dall’inizio che avrei voluto concertarla tant’è vero che ho riunito i capigruppo di maggioranza e opposizione che non coinvolgerò mai più perché hanno dimostrato di non essere responsabili. Io non ho detto cosa voglio fare - rimarca il primo cittadino - ho detto solamente di voler aprire un dibattito per capire cosa è meglio fare al di là di quello che dicono gli uffici perché anche sulla lottizzazione per Tiriolello gli uffici avevano detto che si poteva fare ma noi l’abbiamo boccaiata. Gli uffici fanno il loro dovere, il consiglio ha la possibilità di approvare o di bocciare, così come abbiamo fatto, così come ci siamo difesi al Tar e al Consiglio di Stato».

I cittadini: «Non toccate la pineta»

Ma la discussione coinvolge anche i cittadini, pronti a difendere la pineta. «L’importante è non toccare la pineta, una risorsa naturale anche per noi che facciamo attività sportiva – dicono –. Se si costruisce sicuramente qualche problema ci sarà perché per raggiungere le abitazioni non si andrà a piedi ma con la macchina. Quindi non sarà più un polmone verde dove poter venire a respirare aria pura».

La nuova rotatoria di Giovino

Polemiche a parte, l’amministrazione comunale ha dato proprio oggi il via ai lavori di realizzazione della nuova rotatoria che collega Giovino con Viale Crotone e che prevede un investimento di 830 mila euro e circa 5 mesi di lavori. Uno snodo strategico sul quale da tempo i cittadini e i commercianti hanno acceso i riflettori chiedendone la messa in sicurezza e per la quale sono state raccolte dal 2017 ad oggi 1137 firme. «Questa rotatoria vorrà dire sicuramente l’annullamento degli incidenti e quindi la perdita di vite umane, favorire il turismo verso la zona di Catanzaro lido» dice il promotore della petizione Antonio Sità. «Mi auguro che prima dell’estate sia già fruibile da poter creare il meno possibile delle code lunghissime per uscire dalla zona mare Giovino e arrivare sulla SS 106» aggiunge l'imprenditore Mihcle Borelli.

L'impegno dell'Anas

«Ringrazio l’Anas per aver voluto  finanziare, progettare e appaltare l’opera – ha commentato Abramo - Contestualmente agli interventi di realizzazione della rotatoria, il comune dovrà realizzare le due complanari che consentiranno alle auto di svoltare sempre a destra. L’incolumità degli automobilisti in un tratto che, purtroppo, è stato spesso scenario di incidenti anche molto gravi, è l’obiettivo che ha mosso amministrazione comunale e Anas per migliorare e razionalizzare questo snodo viario essenziale per la mobilità di quest’area del capoluogo e di una buona fetta della costa ionica».  Abramo ha poi ricordato pure le tre rotatorie di prossima realizzazione da parte della Provincia, delle quali è stata presentata la progettazione. Accanto al primo cittadino, il responsabile dell’area compartimentale Calabria di Anas, Marco Moladori, il coordinatore territoriale Anas per la Calabria, Giuseppe Ferrara, l’assessore comunale ai lavori pubblici, Franco Longo, e il dirigente del settore grandi opere Giovanni Laganà. Erano presenti i consiglieri comunali Filippo Mancuso, il presidente della commissione urbanistica Antonio Mirarchi, il presidente della commissione lavori pubblici Luigi Levato, i consiglieri Enrico Consolante, Antonio Angotti e Sergio Costanzo.

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio