Cosenza, contratto in scadenza e posto a rischio: lavoratori Adiss in catene davanti al Comune

VIDEO-INTERVISTA | Il 31 ottobre scadrà la convenzione con Palazzo dei Bruzi per l'erogazione dei servizi alla persona. In bilico 34 posti di lavoro. Alcuni sono addetti a queste mansioni da ventidue anni

3
di Salvatore Bruno
23 ottobre 2020
16:25

Sono andati avanti di proroga in proroga, e ad ogni nuovo contratto il numero delle ore lavorative è stato progressivamente decurtato, passando da 80 a sole 30 ore mensili.

Lavoro a rischio

Adesso gli operatori della cooperativa Adiss, ex Demetra, da 22 anni impiegati alle dipendenze del Comune di Cosenza, sia pure in qualità di personale esterno, nei servizi di assistenza alla persona, rischiano di perdere definitivamente il posto.


Servizi alla persona

Si occupano prevalentemente dell'accompagnamento dei dializzati ma offrono anche un supporto a disabili e anziani non autosufficienti per piccoli spostamenti, per fare la spesa, per recarsi negli ambulatori medici. La convenzione con Palazzo dei Bruzi però, scadrà il 31 ottobre.

Bando contestato

Ma l'amministrazione intende ricomprendere questi servizi in un più ampio appalto da affidare insieme ad altri comuni di cui sarà capofila. E non ci sarebbe spazio per mantenere gli attuali livelli occupazionali. Per questo è scattata la protesta. Alcuni operatori si sono anche incatenati. Abbiamo sentito Mario Scarcello della Fisascat Cisl e una delle opertrici, Cinzia Avellino

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio