Decreto semplificazioni, Vono (Iv): «Anche gli altri tratti della statale 106 da sbloccare»

La senatrice di Italia viva evidenzia la necessità di intervenire non solo sul Terzo megalotto ma anche sugli altri tratti per evitare ulteriori tragici incidenti stradali

5
8 luglio 2020
14:45
Al centro la senatrice Silvia Vono
Al centro la senatrice Silvia Vono

«Tra le opere da commissariare, nel decreto semplificazioni, anche la statale 106 jonica. Non solo il terzo megalotto ma tutti i tratti dell'importante infrastruttura stradale che collega il territorio calabrese». Lo afferma in una nota la senatrice di Italia Viva, Silvia Vono.

«Nel contratto di aggiornamento Mit- Anas 2016/2020 – aggiunge - ben 20 milioni di euro sono stati destinati alla riqualificazione e messa in sicurezza di alcune strade strategiche dal punto di vista dei collegamenti per un concreto sviluppo del territorio. Due milioni di euro previsti per il tratto Davoli- Guardavalle e non sono pochi. Purtroppo – evidenzia - si continua a richiedere risorse finanziarie, come se si parlasse di caramelle, e balbettare realizzazione di infrastrutture megagalattiche, da parte di chi fino a ieri si batteva per la stradina di passaggio degli asini e dei buoi, per non deturpare l'ambiente, senza alcuna cognizione di causa e soprattutto dell'esistente che di certo non può essere distrutto tour court ma richiede competenza tecnica e quindi progettazioni valide e, solo dopo, lo stanziamento di ingenti risorse per cui necessitano provvedimenti ad hoc».

A giudizio dell’esponente Iv: «È necessario sbloccare le risorse, che, sentiti i vertici del Mit, sono disponibili e comunque presenti, in seguito agli aggiornamenti annuali, nel plafond di Anas per realizzare con immediatezza gli interventi di manutenzione e messa in sicurezza quali potrebbero essere leggeri allargamenti di banchina, senza necessità di espropri, nuova e adeguata segnaletica e illuminazione proprio su quella “strada della morte” impedendo il continuare di tragici incidenti stradali dove hanno perso la vita troppe persone e soprattutto troppi giovani, interessando la strada comuni a forte vocazione turistica, ed essendo percorso, soprattutto d'estate da giovani e turisti».

 

«Nell'ambito dei lavori di messa in sicurezza rientra anche la rotatoria di Uria di Sellia Marina per cui nei giorni scorsi, con il sindaco, abbiamo sollecitato i lavori di grande importanza per il territorio e necessari a garantire la sicurezza del percorso. Impegnarsi perché le infrastrutture, che riguardino grandi opere o piccoli interventi, siano realizzate – conclude la Vono - dev'essere prioritario per la politica che deve rispondere in modo concreto e ai vari livelli al territorio».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio