L’escalation

Guerra in Ucraina, colpito un paese Nato: due missili russi cadono in Polonia, tensione altissima - LIVE

Il premier polacco Morawiecki convoca una riunione urgente del Comitato di sicurezza. Il Ministero della Difesa russo: «Nessun attacco». Biden: «Improbabile che il missile sia partito dalla Russia»

73
di Redazione
16 novembre 2022
07:13

La Nato è in stato di massima allerta per dei missili russi che sarebbero caduti in Polonia provocando due morti dopo la pioggia di oltre 100 razzi che si è abbattuta nel pomeriggio sull'Ucraina nell'ennesima sfida di Vladimir Putin al mondo in pieno G20: sarebbe la prima volta che un Paese dell'Alleanza viene colpito direttamente nel conflitto. La notizia, anticipata da media polacchi e poi tedeschi, è stata confermata in un primo momento da un alto funzionario dell'intelligence americana citato dall'AP.

Febbrili i contatti e le consultazioni tra alleati per cercare di capire cosa sia successo esattamente in Polonia, ovvero se i missili siano russi oppure, come suggeriscono alcune fonti, se siano stati i resti di un razzo abbattuto dalla contraerea ucraina a provocare il disastro.


16 NOVEMBRE

Ore 12.45 - «Colpita un’azienda italo-polacca»

Le due persone morte a seguito dell'esplosione, di 50 e 60 anni, erano dipendenti dell'Agricom che appartiene ad una società per metà italiana

Ore 12.06 - Varsavia: «È stato sfortunato incidente»

Per il presidente polacco Duda «non ci sono prove che indicano attacco a noi».

Ore 7.17 - Biden: «Missile potrebbe essere ucraino»

Secondo alcune indicazioni, il razzo che ha colpito un villaggio nella Polonia orientale era un missile antiaereo proveniente dall'Ucraina. Lo avrebbe detto il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ai leader del G7, secondo Dpa. Avrebbe anche precisato che si trattava di un missile del sistema S-300. 

Ore 6.30 - Meloni: «Solidarietà al Governo e al popolo polacco»

Il presidente del Consiglio Giorgia Meloni, in Indonesia per il G20, ha partecipato a Bali alla riunione tra gli Alleati Nato ed europei per valutare il da farsi dopo i missili caduti in Polonia, una «ulteriore conferma della gravità e delle conseguenze della ingiustificata aggressione russa nei confronti dell'Ucraina», sottolinea Palazzo Chigi. Meloni «manifesta fortissima apprensione e preoccupazione per quanto accaduto in Polonia», ed «esprime solidarietà al Governo e al popolo polacco», telefonando anche al presidente del Consiglio polacco Morawiecki. Ieri la premier per un'ora a colloquio con Biden per ribadire la solidità dell'Alleanza atlantica, poi un incontro con Erdogan su terrorismo e migranti.

Ore 5.06 - Oggi vertice Nato

Il segretario generale Jens Stoltenberg presiederà oggi un vertice d'emergenza della Nato dopo quanto avvenuto in Polonia, al confine con l'Ucraina. L'annuncio della riunione è arrivato nella serata del 15 novembre, quando la Polonia ha reso nota la valutazione del ricorso all'articolo 4 dei trattati della Nato: l'articolo prevede che un Paese membro, quando si sente minacciato, avvii consultazioni con gli altri alleati.

Ore 3.39 - Biden: «Improbabile che il missile sia partito dalla Russia»

È "improbabile" che il missile che è caduto in Polonia sia partito dalla Russia. Lo ha detto il presidente Joe Biden dopo l'incontro di emergenza a Bali con gli alleati. «Questo è dovuto all'analisi della traiettoria ma non voglio dire che si sia già completata una vera indagine sull'accaduto».

«Con gli altri leader abbiamo deciso, all'unanimità, di procedere prima con l'indagine per capire esattamente e poi decideremo collettivamente come rispondere», ha aggiunto dopo la riunione di emergenza con gli alleati (G7 e Nato) a margine del G20.

15 NOVEMBRE

Ore 21.35 - Zelensky: «Necessario agire»

L'attacco al territorio della Nato è "un'escalation molto significativa" ed "è necessario agire". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, riporta Nexta. Zelensky ha detto anche che i raid russi di oggi sull'Ucraina sono "uno schiaffo in faccia" al G20.

Ore 21.30 - Crosetto in costante contatto con il Capo di Stato Maggiore della Difesa

Il ministro della Difesa Guido Crosetto, appena rientrato da Bruxelles, è in costante contatto con il Capo di Stato Maggiore della Difesa, la sala Operativa del Comando di Vertice Interforze (Covi) e con i ministri omologhi dei principali Paesi Alleati della Nato.

Ore 21.20 - Potrebbero essere i resti di un missile abbattuto dalle forze ucraine

«Le mie fonti nei servizi affermano che ciò che ha colpito Przewodow sono molto probabilmente i resti di un missile abbattuto dalle forze armate ucraine». Lo scrive su Mariusz Gierszewski di Radio Zet, l'emittente che per prima ha dato la notizia dei missili caduti in territorio polacco.

Ore 21.00 - Ministero della Difesa russo: «Nessun attacco»

Il ministero della Difesa russo afferma che le notizie circa due missili russi che sarebbero caduti in Polonia sono «una provocazione» mirata a provocare una escalation. Lo riferisce l'agenzia Ria Novosti.

La Russia non ha lanciato alcun attacco missilistico vicino alla frontiera ucraino-polacca. Lo ha detto il ministero della Difesa russo, citato dalla Tass. Le immagini mostrate da media polacchi che mostrano i rottami dei presunti missili russi caduti sul territorio polacco non hanno nulla a che vedere con armamenti russi, afferma il ministero della Difesa di Mosca.

Ore 20.44 - Usa: «Pronti a difendere il territorio Nato»

«Siamo al corrente delle notizie di stampa sulla caduta di missili russi in Polonia. Al momento non abbiamo altre informazioni che possano confermarle. Stiamo indagando». Lo afferma il portavoce del Pentagono, il generale Pat Ryder. Gli Stati Uniti difenderanno «ogni centimetro di territorio Nato», come prevede l’articolo 5, ha detto Ryder.

Ore 20.31 - Il premier polacco convoca il comitato di sicurezza

Il premier polacco Mateusz Morawiecki ha convocato d'urgenza una riunione del comitato per la sicurezza e la difesa nazionale, ha annunciato su Twitter il portavoce del governo polacco Piot Müller senza fornire la ragione della convocazione d'urgenza che i media locali collegano alle notizie dei due missili che hanno colpito la località polacca vicino al confine. La notizia, riporta il sito del Guardian, è stata confermata dall'intelligence Usa, secondo la quale i missili hanno raggiunto il Paese Nato, uccidendo due persone.

In precedenza, Marcin Lebiedowicz, portavoce dei vigili del fuoco di Hrubieszow, a circa 35 chilometri a nord di Przewodow, ha confermato intervistato da una radio locale che nella zona sono avvenute delle esplosioni, le cui cause sono ancora da determinare. «Abbiamo ricevuto la notifica di un'esplosione nel patio di un deposito di cereali, per il momento confermiamo che qualcosa è successo e due persone sono morte», ha detto ancora.

ucraina-due-missili-russi-cadono-in-polonia-almeno-due-le-vittime

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top