Crotone, il Consiglio comunale boccia la statua di Pitagora: 16 voti contrari

VIDEO | Respinta la mozione sulla realizzazione dell’opera nella piazza centrale della città attraverso una raccolta fondi. A presentarla era stato un consigliere della maggioranza. E l’opposizione va all’attacco

61
di Francesca Caiazzo
30 dicembre 2020
14:00

La statua di Pitagora fa traballare nuovamente la maggioranza che sostiene il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce. Nella seduta del 29 dicembre, i consiglieri sono stati chiamati ad approvare la mozione di Iginio Pingitore, eletto nella lista Stanchi dei Soliti (che sostiene Voce) sul progetto per la realizzazione di una statua di Pitagora nella piazza centrale della città, intitolata al matematico greco. Singolare la proposta per le modalità di finanziamento: il crowdfunding. Che non è piaciuta alla gran parte dei consiglieri comunali, i quali hanno bocciato la mozione. Il sindaco, con altri 10, ha votato a favore, ma i voti contrari sono stati ben 16, gli astenuti 3.

La mozione non passa

«Non si può – spiega Fabiola Marrelli, consigliere comunale di minoranza del gruppo Consenso - chiedere ai cittadini del territorio crotonese di finanziare quest’opera. Cittadini che tra l’altro sono già stati chiamati a dare un contributo sia per l’emergenza Covid che per l’alluvione. Spetta al Comune trovare le risorse».
La mozione, dunque, non è passata e il progetto non si concretizzerà. Almeno non nelle modalità indicate da Stanchi dei Soliti, visto che, nei cassetti del Comune, giacciono progetti già pronti, comprensivi di dotazione finanziaria. Tra questi, anche quello sull’Antica Kroton.


«È stato previsto un capitolo di spesa – prosegue Marrelli - nel progetto Antica Kroton, esattamente 60 mila euro che venivano estrapolati dalle risorse destinate alla comunicazione. Quindi ci sono i fondi, c’è il progetto, manca solo la realizzazione e che si dia seguito a quanto già previsto dalle precedenti amministrazioni».

Opposizione all’attacco

Ma al di là dell’idea progettuale, è il dato politico che non può passare inosservato. Come successo già con la mozione sul ddl Zan, la maggioranza non ha tenuto.
«Questa maggioranza – continua Marrelli - fa acqua da tutte le parti, i consiglieri non si parlano: sono venuti a conoscenza della mozione dopo aver ricevuto la comunicazione della convocazione della seduta del Consiglio comunale. L’amministrazione dovrebbe viaggiare su una programmazione che noi ad oggi non vediamo. Si è insediata da 80 giorni, i problemi della città sono tanti e certamente non ha la bacchetta magica, ma almeno dovrebbe indicare come intende intervenire».

Autogol della maggioranza

Deluso anche il gruppo politico che aveva presentato la mozione: «Che l’opposizione, vuoi per rispetto del “ruolo” o per semplice e comprensibile divergenza di opinione, votasse contro è risaputo, ma – si legge in una nota di Stanchi dei Soliti - assistere all’ennesimo autogol della maggioranza fa davvero specie, anche in virtù del fatto che la statua di Pitagora è stata inserita nel programma elettorale della stessa maggioranza».

E pensare che proprio poche ore prima della seduta del Consiglio comunale, in occasione della conferenza stampa di fine anno, il sindaco Voce si era mostrato tranquillo: «La maggioranza è solidissima» aveva detto, rispondendo alle domande dei giornalisti.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top