De Paola si dimette, Azienda ospedaliera di Cosenza senza direttore sanitario

Era stato nominato in qualità di facente funzioni al posto di Cinzia Bettelini, approdata alla guida dell’Asp. Intanto arrivano 17 nuovi infermieri: entreranno in servizio il primo agosto

141
di Salvatore Bruno
8 luglio 2020
17:36
Cosenza, Salvatore De Paola
Cosenza, Salvatore De Paola

Salvatore De Paola ha rassegnato le dimissioni dall’incarico di direttore sanitario dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza. Il commissario Giuseppina Panizzoli lo aveva nominato facente funzioni dopo l’addio di Cinzia Bettelini, approdata alla guida dell’Azienda sanitaria. La decisione di De Paola, che ricopre anche il ruolo di direttore di presidio unico, sarebbe legata al suo imminente collocamento in pensione.

Nuovo personale in arrivo

Intanto dal primo agosto entreranno in servizio 17 infermieri a tempo indeterminato. Il piano di reclutamento prevede l’immissione in ruolo di complessive 60 unità, di cui solo dieci relative a stabilizzazioni di parasanitari già in servizio, per cui le rimanenti cinquanta rappresentano nuovo personale.

Le carenze rimangono

«Le nuovo 50 unità di personale – sottolinea Carla Catania, direttrice del Servizio infermieristico dell’Azienda Ospedaliera - certamente non saranno sufficienti a colmare il gap creatosi nei precedenti anni di blocco del turnover, ne siamo consapevoli, ma serviranno sicuramente a dare respiro ad una contesto lavorativo particolarmente affaticato e non solo dalla carenza di organico».

Allarme pensionamenti

«In questi ultimi anni - prosegue - numerose grida d’allarme sono state lanciate dall’Ordine delle professioni infermieristiche sulla grave carenza di infermieri e Oss di tutte le Aziende calabresi, accentuata dal blocco del turnover e dalle quiescenze per quota 100».

Carenze sottolineate anche dal rapporto pubblicato nel settembre 2018 dalla Federazione nazionale Ordini professioni infermieristiche, nel quale, sottolinea Carala Catania, si denunciava la carenza di oltre quattromila infermieri con un rapporto rispetto al numero dei pazienti «inadeguato ai fini della garanzia delle cure».

Il concorso infinito per gli oss

Infine la direttrice del Servizio infermieristico alimenta anche le speranze degli operatori socio sanitari assicurando l’impegno a «portare a termine la procedura concorsuale in itinere».

 

LEGGI ANCHE: 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio