Coronavirus in Calabria, istituita task force all'Asp di Cosenza

Gruppo di lavoro permanente coordinato dal dottor Mario Marino. Attivate tutte le indicazioni fornite dall'Organizzazione mondiale della sanità

202
di Salvatore Bruno
22 febbraio 2020
11:34

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza ha istituito una task force per garantire tutti gli interventi eventualmente necessari nel caso di una possibile diffusione del coronavirus.

 

LEGGI: Caso sospetto all'aeroporto di Lamezia

 

Gruppo di lavoro permanente

Il gruppo di lavoro, permanentemente attivo, è coordinato dal dottor Mario Marino, direttore del dipartimento di prevenzione, coadiuvato nell’incarico dal dottor Pierfrancesco Rocca, dirigente medico della Unità Operativa Complessa di igiene e sanità pubblica. L’Asp ha inoltre attivato tutte le indicazioni internazionali emanate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, comprese le procedure operative per la gestione di eventuali casi di infezione.

 

LEGGI: Coronavirus, tutte le domande e le risposte: cos’è e come difendersi

 

Seguire le istruzioni del Ministero

«Le procedure di presa in carico dei pazienti nei diversi setting assistenziali – informa una nota – sono in costante aggiornamento e saranno condivise con specifici documenti di indirizzo, allineati con i dati e le informazioni più recenti disponibili. Al fine di evitare inutili ed ingiustificati allarmismi si invita la popolazione ad attenersi alle sole informazioni ufficiali diffuse dal Ministero».

 

LEGGI: La Calabria si prepara: ospedali mobilitati e termoscanner all’aeroporto

 

Semplici accorgimenti igienici

Al riguardo si segnala al momento l’impossibilità di accedere al sito ufficiale salute.gov.it forse perché preso d’assalto dagli utenti della rete. L’Asp poi raccomanda l’impiego di tutti i semplici accorgimenti igienici, ovvero lavaggio frequente delle mani, starnutire o tossire posizionando davanti al viso fazzoletti monouso, che limitano la trasmissione di tutte le infezioni respiratorie trasmissibili. Il sistema di monitoraggio attivato dall’Azienda Sanitaria cosentina prevede una unità centrale di coordinamento, costituita oltre che dai medici Marino e Rocca, anche dal dottor Vincenzo De Carlo.

 

LEGGI: Scuole calabresi verso l’annullamento delle gite all’estero

 

Uffici pronti ad attivarsi

«Gli uffici di igiene – scrive l’Asp nel comunicato pubblicato sul proprio portale web – sono stati appositamente istruiti e sensibilizzati per la gestione dei casi sospetti o per fornire le informazioni utili per la sorveglianza sanitaria della popolazione». Individuati i seguenti referenti SIMI Società Italiana di Medicina Interna, che sono la dottoressa Francesca Scrivano per la zona tirrenica, il dottor Aldo Rocco Romeo per la fascia jonica, la dottoressa Angela Marranchella per la zona del Pollino.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio