Crotone, al via lunedì i vaccini anti-Covid per i medici non ospedalieri

Le modalità di somministrazione del siero al centro di un incontro tra Ordine dei medici e Asp: si inizia con 40 dosi, si prosegue con 100 vaccinati al giorno

di Redazione
9 gennaio 2021
16:05

Parte lunedì 11 gennaio la campagna vaccinale dedicata agli iscritti dell'Ordine provinciale dei medici e degli Odontoiatri di Crotone, non operanti nell’ospedale San Giovanni di Dio. Nella prima giornata saranno somministrate 40 dosi ad altrettanti professionisti, mentre da martedì le vaccinazioni saranno almeno 100

Questo è quanto ha comunicato il direttore generale facenti funzioni dell’Asp di Crotone, Francesco Masciari, durante un incontro svoltosi stamani con l’Ordine professionale presieduto da Enrico Ciliberto


Nella riunione, si è discusso delle modalità di vaccinazione dei medici non ospedalieri, un’attività che si prospetta «impegnativa» fa sapere l’Ordine in una nota: «Gli iscritti all'Ordine dei medici di Crotone sono 1.200 circa, l'urgenza di vaccinarsi ampiamente condivisa».

Impiegati 20 medici e 11 infermieri

In particolare, la campagna vaccinale - che per il personale ospedaliero è partita il 4 gennaio scorso - coinvolgerà i medici di Medicina Generale, i Pediatri di libera scelta, i medici di Continuità Assistenziale, gli Odontoiatri, gli Specialisti Ambulatoriali e Convenzionati a qualunque titolo, i liberi professionisti, i neo-iscritti ed ai medici pensionati ancora iscritti all'Ordine.

Il siero anti-Covid verrà somministrato nei «locali che contano su una ventina di ambulatori in località Farina, ove saranno impiegati 20 medici ed 11 infermieri che somministreranno almeno 100 vaccini al giorno, rispettando, come da linee guida Nazionali, un ordine di priorità definito dall'esposizione al rischio».

Nel corso dell’incontro, Masciari ha ricordato «che sarà sottoposto a vaccinazione anche il personale sanitario in servizio presso le strutture sanitarie convenzionate, dove si recheranno le equipes allestite dall'Asp, così da effettuare le vaccinazioni all'interno delle strutture stesse».

Serve prenotarsi

Il direttore generale ff dell’Asp ha inoltre ricordato l’importanza di iscriversi alla piattaforma web per prenotare la vaccinazione: «Ciò faciliterà le procedure burocratiche necessarie, la sottoscrizione del consenso informato, ma soprattutto consentirà di programmare al meglio l'attività».

Ciliberto ha ricordato che «già la programmazione per i medici ospedalieri consente che gli stessi vengano informati telefonicamente del giorno e dell'ora previsti per la propria vaccinazione, mentre il vicepresidente dell'Ordine provinciale Giuseppe Varrina ha spiegato che nel momento in cui sarà disponibile l'altro vaccino, non legata alla catena del freddo, potrà essere somministrato dai medici di famiglia».

Infine, «è stato anche sottolineato come i medici di famiglia ed i pediatri di libera scelta del Crotonese abbiano effettuato nelle scorse settimane ben 45.000 vaccini antinfluenzali: un record in Calabria».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top