Maida, emigrati donano alla comunità una ambulanza. Il sindaco: «Gesto d'amore»

L'iniziativa di una famiglia da tempo lontana dal paese d'origine. Il primo cittadino Paone: «Tentiamo di riavere una postazione di emergenza-urgenza nella nostra cittadina»

10
di Redazione
18 giugno 2021
14:02
L’ambulanza donata al Comune di Maida
L’ambulanza donata al Comune di Maida

Il Comune di Maida può contare sul supporto logistico di una nuova ambulanza donata grazie al grande cuore di una famiglia di concittadini che da anni vive lontano dal loro paese di origine ma non ha mai dimenticato le proprie radici. Luca e Claudio Ceniviva, infatti, hanno consegnato il mezzo al sindaco Salvatore Paone che ha definito la donazione: «Un gesto bello, colmo di significato e amore per la propria terra, specie in un periodo particolare come questo. Ne faremo buon uso. Un gesto che i due nostri amici hanno voluto dedicare alle vittime di Covid ai loro familiari». Lo riferisce una nota stampa.

Il dono alla comunità di Maida

La donazione darà la possibilità al Comune di coinvolgere associazioni di volontariato con l’utilizzo del mezzo in azioni di supporto logistico a disposizione dell’intero territorio comunale. La disponibilità di una questa ambulanza rappresenta uno strumento di intervento e prevenzione in più per garantire il diritto alla cura e alla salute dei cittadini.


C’è da ricordare che il Comune guidato da Paone sta portando da tempo avanti un’azione politica e di confronto con la terna commissariale provinciale per arrivare ad avere nuovi servizi e il potenziamento del polo sanitario territoriale. Inoltre in merito al 118 si è chiesto più volte di non portare avanti l’azione di demedicalizzazione della postazione locale, auspicando per il futuro di tornare ad avere la postazione di emergenza-urgenza di Maida con un medico a bordo e con contratti per i professionisti molto più vantaggiosi rispetto a quelli attuali nell’ottica di poter contare in un servizio di eccellenza per il territorio.

Il servizio di emergenza-urgenza

«È quanto stiamo provando ad ottenere da almeno un anno, poiché riteniamo per la sicurezza dei cittadini che un’ambulanza deve essere fornita di personale medico in grado di fronteggiare nell’immediato qualsiasi tipo di emergenza», aveva affermato Paone nelle scorse settimane. Il 118 di Maida interessa un vasto comprensorio di quasi 25.000 cittadini, con continui interventi di supporto anche per l’area del vasto comune di Lamezia Terme; pertanto è importante che nell’ottica di un potenziamento della medicina territoriale il servizio venga fornito al massimo delle sue potenzialità garantendo velocità e qualità negli interventi.  

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top