Tumore al seno, al Pugliese di Catanzaro donato un mammografo per la diagnosi precoce

VIDEO | L'apparecchio di ultima generazione del costo di 400 mila euro è stato consegnato al direttore della breast unit Franco Abbonante dalla fondazione Vialli Mauro

134
di Rossella  Galati
5 luglio 2020
16:45

È un mammografo digitale di ultima generazione del costo di circa 400 mila euro quello donato dalla Fondazione Vialli Mauro per la ricerca e lo sport Onlus alla breast unit dell’ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro. Un macchinario indispensabile per una diagnosi precoce e accurata delle malattie tumorali della mammella.

«Questo è un momento molto felice per noi – ha dichiarato il coordinatore della breast unit Franco Abbonante -. Le donne si rivolgono a noi sempre più numerose ma non siamo soddisfatti perché abbiamo bisogno di azzerare la migrazione delle donne al Nord per la cura delle patologie mammarie. Qui ci sono le condizioni professionali e adesso anche tecnologiche per ottenere questo risultato. Con questo apparecchio i nostri radiologi avranno una diagnosi certa della patologia mammaria nel più breve tempo possibile. Nel tempo abbiamo incrementato i numeri e accelerato tutto il percorso diagnostico terapeutico – ha poi spiegato -. La soddisfazione delle donne è in continuo incremento e per fine anno contiamo di superare le 200 pazienti trattate, curate, e spesso guarite, presso la nostra breast unit».

Salute e solidarietà

Dunque un gesto di grande sensibilità quello della fondazione Vialli Mauro, da circa 15 anni impegnata nel sociale attraverso eventi benefici come ha confermato il vicepresidente Massimo Mauro, già campione sportivo, nel corso della cerimonia di donazione: «Vivendo al Nord sono stufo di sentire che le donne calabresi e catanzaresi in particolare devono venire al Nord per curare il cancro alla mammella. Siccome è la prima di causa di morte tra le donne ma una diagnosi precoce permette di guarire al 100% dal tumore, allora abbiamo pensato di donare questo mammografo. Abbiamo organizzato tante manifestazioni fino ad ora, avevamo un bel gruzzoletto e credo che sia stata una cosa saggia spenderlo in questa maniera».

La testimonianza di Patrizia

A portare la sua testimonianza nel corso della cerimonia Patrizia Foglia che, dopo essersi affidata alle cure e al sostegno della breast unit, ha vinto la sua battaglia contro un carcinoma mammario: «Il messaggio che lancio da qui oggi è molto forte perché noi donne calabresi abbiamo quel pizzico di coraggio e di forza in più che fa la differenza perché la nostra è una terra da sempre colpita da differenze sociali, politiche e soprattutto sanitarie. E io vi possono garantire che non è così perché io sono entrata nella breast unit, un mondo fantastico,  fatto soprattutto di serietà e professionalità, e ho vinto la sfida. Il mio grazie va soprattutto ai medici Franco Abbonante e Bernardo Bertucci perché loro ci credono e con loro ci crediamo tutti noi».

 

Alla cerimonia di consegna sono inoltre intervenuti il direttore sanitario Nicola Pelle, l’arcivescovo metropolita di Catanzaro Squillace mons. Vincenzo Bertolone e le presidenti delle associazioni Salute Donna, Anna Mancuso, e Mogli Medici sezione di Catanzaro, Silvana Bertucci.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio