Al Porto di Tropea nasce un centro di aggregazione per anziani

Da un'idea di Lilly Pagano, presidente Inner Wheel Tropea, da sempre attiva nel contrasto all'esclusione sociale, nasce un nuovo spazio ricreativo che aprirà i battenti negli spazi portuali. Gli over 65 avranno a disposizione un locale per attività ludiche, ricreative, formative

95
di M LT
20 febbraio 2020
11:48

Grazie all'impegno congiunto di Inner Wheel Tropea e Porto di Tropea SpA, l'infrastruttura tropeana si doterà presto di un centro di aggregazione per anziani: a essere interessato dal progetto, un locale originariamente di servizio per la piscina/palestra, accanto al lounge bar dell’infrastruttura.

Il loggiato antistante inoltre, sarà chiuso con delle vetrate simili a quelle predisposte per palestra adiacente, a creare un tutto armonico dove poter ospitare le attività ricreative,e  riscaldato con una stufa a fungo. L'AD del Porto Aristide di Salvo ha garantito altresì la messa a disposizione della navetta per agevolare la logistica. Lo stesso farà don Nicola De Luca della parrocchia della Chiesa del Santissimo Rosario,  che insieme a don Ignazio Toraldo, parroco della cattedrale, completa il cerchio dei soggetti promotori.

I mesi invernali

L’attività è prevista da novembre a maggio, periodo in cui il centro sarà funzionale a tutti gli effetti, contribuendo a mettere in rete ulteriormente la zona portuale e la comunità. L’apertura è prevista entro il mese di febbraio, con la posa in opera del riscaldamento. L’idea di progetto nasce grazie ad una intuizione della Presidente dell'Inner wheel, Lilly Pagano Dritto.

«Il centro nasce ad integrazione del nostro programma di azione sociale, pensato per rispondere alle necessità degli anziani. Ritengo che in questo ambito, Tropea sia estremamente carente. Non c’è la benché minima attenzione nei confronti della terza e quarta età. L'isolamento, lo vediamo ogni giorno, ha un costo molto alto - ha dichiarato la presidente-. L’incremento delle malattie neurodegenerative legate alla solitudine è sotto gli occhi di tutti. Gli anziani hanno bisogno di essere sostenuti nel loro desiderio di socializzazione, e noi ci siamo mossi in tal senso».

Over 65

I beneficiari signori e signore dai dai 65 anni in su, autosufficienti. «Vogliamo proporre alternative concrete a quanti, con i figli fuori a studiare o a lavorare, rimangono spesso soli, con l'unico obiettivo di una passeggiata, quando va bene, quando il tempo lo permette», ha specificato la Pagano».

Obiettivo, in futuro, riavvicinarsi al centro di Tropea, trovare una sede nel cuore del centro storico.

«Il sindaco - ha proseguito - ha promesso di impegnarsi a trovare un luogo centrale. Ma già questa sede è per noi motivo di grande soddisfazione, dato che in pochi, all’inizio, scommettevano sul raggiungimento dell’obiettivo». Le attività andranno dal gioco delle carte alle lezioni di ballo, passando per l'alfabetizzazione informatica. Le schede di partecipazione saranno reperibili presso la chiesa del Rosario. Altro materiale informativo sarà reperibile al Centro di Solidarietà Don Mottola. 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio