Il caso Bergamini in un cortometraggio: l'ultimo viaggio del calciatore prima della morte

VIDEO | Sarà realizzato dal regista Francesco Gallo che è stato l'autore anche del documentario su Gigi Marulla presentato nel 2019. In corso i casting, primo ciak a luglio

169
di Salvatore Bruno
18 maggio 2021
10:00

Due anni fa presentò il documentario sulla bandiera del Cosenza Calcio Gigi Marulla. Adesso il giovane regista Francesco Gallo si cimenta nel tratteggiare la figura di un altro calciatore rossoblù entrato a pieno titolo nel cuore dei tifosi.

La storia di Denis

Denis Bergamini è morto la sera del 18 novembre 1989 in circostanze ancora oggi da chiarire. La pellicola racconterà l’ultimo viaggio del ragazzo, concluso tragicamente a Roseto Capo Spulico, dal punto di vista della sorella Donata e degli altri familiari del giovane centrocampista. Al cinema Citrigno sono iniziati i casting per l’assegnazione dei ruoli principali. Oltre 200 i provini già valutati. Il corto sarà realizzato dalla Rooster Produzioni (roosterproduzioni.info@gmail.com). Primo ciak in programma a luglio.


Le figure ricercate

Una Ragazza, 25-30 anni, bionda

Un ragazzo, 25-30 anni, fisico atletico, capelli chiari, statura media

Due uomini, 50-60 anni, media statura, fisico corpulento

Due uomini, 35 anni

Una ragazza, capelli neri, 25-30 anni, corporatura esile

Una ragazza, 20-25 anni

Una donna, 40-45 anni

Bambino e bambina, 8-10 anni, carnagione chiara, biondi

Idea che parte da lontano

«Da almeno cinque anni siamo impegnati su questo cortometraggio – dice Francesco Gallo ai microfoni del nostro network – Pensiamo di aver trovato la maniera giusta per raccontare una storia di cui ancora tutti i contorni non sono stati definiti. Il nostro racconto sarà concentrato su una porzione dell’intera vicenda. E speriamo di poter dare anche il nostro piccolo contributo ad accelerare ricerca della verità».

Carico di responsabilità

Redigere la sceneggiatura di una storia così intricata e complessa non è stato semplice: «Per un caso fortuito la produzione e l’uscita di questa pellicola coincideranno con alcune fasi giudiziarie, in calendario nel mese di settembre. È stata una coincidenza: questo lavoro lo avevamo in cantiere da tempo. Senza dubbio si tratta del più lungo e controverso giallo del calcio italiano. Sentiamo un grosso carico di responsabilità. Ma dopo il documentario su Marulla sentivo forte il desiderio di raccontare un’altra pagina della storia contemporanea di Cosenza. Questa purtroppo è una pagina strappata: noi cercheremo di rincollarla al suo posto nel libro della storia della città».

Potrebbe diventare una fiction

Tra i sostenitori del progetto c’è anche il presidente della sezione cinema di Unindustria Calabria, Giuseppe Citrigno, il quale è stato in passato anche dirigente del Cosenza Calcio, oltre che della Calabria Film Commission: «Lo sentiamo come un impegno morale che dobbiamo alla memoria di Denis ed al rispetto della famiglia. Francesco Gallo aveva questa idea già da qualche anno. In prospettiva pensiamo che da questo corto possa poi nascere un altro prodotto cinematografico, quindi un film oppure una fiction per la tv».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top