Figliuolo in Calabria, Sposato (Cgil): «Va tutto bene intanto lunedì siamo zona rossa»

Il segretario regionale Cgil: «Se il generale avesse chiesto gli avremmo indicato la nostra regione reale, quella che cammina ogni giorno sulle macerie»

420
di Redazione
27 marzo 2021
13:11

Polemiche all’indomani del sopralluogo del commissario per l’emergenza coronavirus, Francesco Figliuolo. A prendere la parola anche Angelo Sposato, segretario regionale Cgil: «Se il generale Figliuolo avesse incontrato anche qualsiasi categoria sociale o il sindacato invece di farsi accompagnare solo dal facente funzioni avrebbe visto altre realtà e magari qualcuno gli avrebbe ricordato che ci sono in giro per la Calabria 80000 vaccini che non vengono somministrati perché mancano i punti vaccinali, mancano le terapie intensive e i posti letto Covid, mancano i medici, non si sa come sono stati spesi i fondi anti Covid e le strutture sanitarie hanno le file nei pronto soccorso. Sentirsi dire "tranquilli va tutto bene" e la sera ascoltare il governo che annuncia da lunedì la zona rossa ha il sapore della beffa».

L’esponente sindacale ha infine chiosato: «Se avesse solo chiesto gli avremmo indicato anche la Calabria reale, quella che cammina ogni giorno sulle macerie sotto i bombardamenti».  
LEGGI ANCHE: Giornalista allontanato dai collabori di Figliuolo, Biondo (Uil): «Inaccettabile»


guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top