Sprangate alle forze dell'ordine a Bolzano, uno dei poliziotti è originario di Paola

È il figlio del sovraintendente della polizia di Stato in servizio al commissariato della città di San Francesco

88
di Francesca  Lagatta
31 gennaio 2019
17:04

L'episodio di violenza risale a domenica scorsa e ha destato molto scalpore, ma solo in queste ore si è scoperto che uno dei poliziotti feriti è Davide Caruso, figlio di Carmelo Caruso, sovraintendente della polizia di Stato in servizio al commissariato della città di San Francesco. A renderlo noto è la stampa locale. L'agente è rimasto ferito a una gamba, ma fortunatamente le sue ferite sono state giudicate guaribili in due settimane. Feriti anche diversi colleghi e anche per questi la prognosi parla di contusioni guaribili nel giro di qualche giorno.

I fatti

Domenica mattina, poco prima della 8, un 35enne originario del Togo è uscito completamente nudo dalla struttura in cui viene ospitato dopo essere arrivato in Italia e si è diretto verso il centro commerciale della zona. Armatosi di spranga e bastone, senza un apparente motivo ha danneggiato dapprima i numerosi mezzi in sosta, poi le vetrine di una concessionaria di auto. I presenti, increduli e spaventati, hanno immediatamente chiesto l'intervento delle forze dell'ordine e così, in una manciata di minuti, si sono ritrovati sul posto vigili, carabinieri e poliziotti. Alla loro vista l'immigrato ha reagito con la violenza, tanto che prima di essere bloccato e tradotto nel carcere del capoluogo trentino, è riuscito a ferire diverse persone, tra cui l'agente Davide Caruso. Distrutti anche alcuni mezzi di servizio. L'uomo, quindi, è stato arrestato per violenza a pubblico ufficiale e porto di oggetti atti a offendere e danneggiamento aggravato.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio