Ci aspettiamo che Roberto Occhiuto inverta, finalmente, la rotta, “promulgando” una sorta di Etica del Talento. L’appello di Antonella Grippo al presidente della Calabria

113 condivisioni
di Antonella Grippo
Roberto Occhiuto

VIDEO CONSIGLIATI

L'onore ferito di Giorgia e i suoi fratelli
di Antonella Grippo
690 condivisioni

Dopo lo "sgambetto" in Rai, l'idea di FdI è quella di sabotare l'alleanza di centrodestra puntando su Wanda Ferro. Ma perché schierare l'artiglieria pesante quando potrebbero cavarsela con uno stiletto?

Beppe Grillo
di Antonella Grippo
304 condivisioni

Se ci fidassimo di una esegesi sbrigativa, potremmo confinare l'attacco del Dominus Garante ai danni dell'"avvocato del popolo" nel novero dei soliti cazziatoni grillici ispirati dal demone dell'Io ipertrofico. Invece l'accusa feroce potrebbe investire l'intero spettro della politicanza nazionale. L'analisi di Antonella Grippo

Nicola Gratteri
di Antonella Grippo
3583 condivisioni

Nicola l'iconoclasta ha devastato il mito della infallibile Virilità Criminale, muovendo all'attacco del Testoterone Mafioso degli Scarpuni e dei Tiradrittu, la cui parabola maschia degrada malinconicamente. La graffiante provocazione di Antonella Grippo

Il Pd e la svolta della “patatina”
di Antonella Grippo
246 condivisioni

Una pretesa supremazia razziale della tuba di Falloppio sullo sfigato spermatozoo è roba da trogloditi. Il Partito democratico in questa autodistruttiva "reductio ad ficam" abiura la sua migliore classe dirigente maschile calabra e lede profondamente la dignità delle donne in gioco

Il Pd anti-Irto è roba da manicomio
di Antonella Grippo
342 condivisioni

I democrat di Calabria sono una declinazione patologica della psiche. Il disperato tentativo di sottrarsi all’anonimato della politica di provincia anima l’invidia di chi non sopporta la propria dimensione microscopica. La graffiante analisi di Antonella Grippo

Gennaro Gattuso
di Antonella Grippo
555 condivisioni

Gattuso dalla panchina del Napoli a quella della Fiorentina. E si porta appresso la sua calabresità autentica, irriducibile e coraggiosa che non ha niente a che vedere con lo stereotipo dell’emigrante. Il ritratto di Antonella Grippo