Argomento: OPERAZIONE

I fratelli D’Amico Cronaca

Dovranno rispondere di associazione mafiosa. Avrebbero partecipato a riunioni nelle quali veniva delineata la strategia del sodalizio criminale con particolare riferimento alle estorsioni, al controllo degli appalti e alle infiltrazioni nella commercializzazione di carburanti 

di G. B.
Condividi