Argomento: DISSESTO

Il palazzo comunale di Cosenza Politica

Nel 2018 le risorse destinate a coprire i costi certi della depurazione vennero sottostimate e almeno un milione e 700mila euro di “debiti” si persero nelle pieghe del bilancio. Fu l’inizio della voragine contabile che ha condotto al default. Ma la gestione spregiudicata è continuata anche dopo, con giochi di prestigio e tagli lineari

di Alessia Candito
111 condivisioni