Cosenza, donna morta al sesto mese di gravidanza: gli indagati salgono a 12

La Procura allarga l'inchiesta sul decesso della 34enne Mariangela Colonnese. Coinvolta anche la ginecologa. Tra le accuse, pure l'omissione di soccorso

65
di Redazione
28 agosto 2020
16:15
L’ospedale di Cosenza
L’ospedale di Cosenza

Salgono a 12 le persone che la Procura di Cosenza ha iscritto nel registro degli indagati per la morte di Mariangela Colonnese, la donna di 34 anni al sesto mese di gravidanza morta il 20 agosto scorso nel reparto di Ginecologia dell'ospedale Annunziata della città bruzia.

Anche la ginecologa

Oltre a medici e infermieri che l'hanno avuta in cura, infatti, fra gli indagati c'è anche la ginecologa della donna. Fra le accuse, oltre all'omicidio colposo, la procura ipotizza anche l'omissione di soccorso. La donna, infatti, originaria di Longobardi, il 17 agosto si era presentata al Pronto soccorso dell'ospedale a causa di dolori addominali, dissenteria e vomito, ma dopo la visita era stata dimessa.


 

Due giorni dopo si è ripresentata al nosocomio perché i dolori persistevano, ma è deceduta giovedì 20 agosto insieme al nascituro. L'inchiesta è scattata dopo la denuncia del marito, mentre un'indagine interna è stata avviata anche dall'Ao dell'Annunziata. Sul corpo della donna, nel frattempo, è stata eseguita l'autopsia, dalla quale sarebbe emersa una lieve occlusione intestinale.

 

Ma secondo quanto riporta il Quotidiano del Sud, sulla fronte della donna sarebbe stato riscontrato anche un ematoma su cui si stanno concentrando i medici legali.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio