Ospedale di Cetraro, il reparto di Ginecologia resta: evitato il trasferimento a Paola

Lo scrive in una nota interna il direttore sanitario Vincenzo Cesareo. Il trasferimento è stato scongiurato grazie alla disponibilità del primario Angelo Cannizzaro

118
di Francesca  Lagatta
30 marzo 2020
20:01

«Vista la nota a firma del dottor Angelo Cannizzaro, direttoe Uoc di Ostetricia e Ginecologia, con la quale certifica di garantire l'emergenza/urgenza h24; sentito il commissario dell'Asp di Cosenza Giuseppe Zuccatelli, si dispone che con effetto immediato, revocando la precedente nota del 27 marzo 2020, le emergenze/urgenze ginecologiche vengano espletate presso l'ospedale di Cetraro, già sede di Unità Operativa Complessa». È quanto si legge in una nota odierna che porta la firma di Vincenzo Cesareo, direttore dello spoke Cetraro-Paola. Le attività del reparto, insieme a quella dell'Urologia, erano state trasferite due giorni fa, in via temporanea, al presidio ospedaliero di Paola, per consentire il prosieguo dei lavori per la realizzazione del Centro Covid 19 all'interno del nosocomio Giannino Iannelli.

Polemiche a malumori

La decisione di dirottare le attività di Ginecologia all'ospedale di Paola, aveva alzato un vespaio di polemiche tra i cittadini di Cetraro, che da tempo subiscono lo smantellamento e la chiusura dei reparti dell'ospedale cittadino. Ad agosto scorso, si era verificata anche la chiusura del punto nascita, resasi necessaria, dopo la tragedia che ha visto morire in sala parto la giovane Santino Adamo, per risolvere molteplici criticità legate alla sicurezza e all'igiene degli ambienti. Una tragedia che ha scosso profondamente la città e ha spazzato via l'unico reparto di Ostetricia presente su una striscia di terra lunga cento chilometri. Per questo due giorni fa, quando Zuccatelli ha dirottato la Ginecologia all'ospedale San Francesco, la popolazione è insorta temendo fosse in realtà il primo passo verso la chiusura definitiva del nosocomio.


Vittoria a metà

Se da un lato la città di Cetraro gioisce per il contrordine sulla Ginecologia, dall'altro deve sforzarsi di mandare già il boccone amaro per l'Urologia, per la quale rimane confermata la decisione di trasferirla, anche questa ufficialmente in via temporanea, all'ospedale di Paola. Il sindaco di Cetraro, Angelo Aita, ha emanato anche un'ordinananza per impedire il trasferimento di medici e attrezzare, ma il furgoncino inviato dall'Asp bruzia è arrivato puntuale, il mattino seguente, a ottemperare alle disposizioni di Zuccatelli.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio