Governo non crede ai pochi contagi in Calabria. La Regione replica: «Media tamponi alta»

Il ministro Boccia: «Abbiamo spedito 84mila test e ne hanno fatti 37mila per 2 milioni di abitanti». La nota dell'ufficio stampa regionale: «Effettuato un test ogni 55 abitanti. Tutto ciò nonostante le difficoltà per il reperimento di attrezzature e reagenti»

di Redazione
3 maggio 2020
13:17
La presidente Santelli e il ministro Boccia
La presidente Santelli e il ministro Boccia

«In Calabria sono stati effettuati 35975 tamponi, in media un test ogni 55 abitanti. Tale risultato è tra i più alti tra le regioni del Centro-Sud che registrano una media di 1 test ogni 60 abitanti. Tutto ciò nonostante le difficoltà non dovute alla disponibilità dei tamponi ma al reperimento di reagenti e soprattutto delle attrezzature per l’effettuazione dei test nei 5 laboratori regionali».

La puntualizzazione è dell'ufficio stampa della Giunta regionale in riferimento alle polemiche di queste ore relative al fatto che i dati sui contagi registrati nella regione sarebbero dovuti al ridotto numero di tamponi effettuati in rapporto a quello di altre regioni. Nel bollettino di ieri, in particolare, non era segnalato alcun nuovo caso di positività. In particolare il riferimento è ad un'affermazione  del ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia rilasciata nel corso di un'intervista al Messaggero e rilanciata dall'Agi.

«La Calabria fa meno della metà dei tamponi del Trentino Alto Adige avendo il doppio della popolazione» - ha dichiarato il ministro nell'ambito di un più ampio ragionamento sull'ordinanza emanata dalla presidente della Regione Calabria Jole Santelli lo scorso 29 aprile che di fatto consentiva, tra le altre cose, già dal giorno dopo la riapertura di bar e ristoranti all'aperto.

Un provvedimento in netto contrasto con le misure contenute nel Dpcm. Motivo per il quale l'ordinanza sarebbe stata già impugnata dal Governo.  «Penso che in un momento come questo - aveva detto Boccia - nessuno può permettersi di anticipare scelte che non sono considerate sicure, mettendo a rischio la vita di lavoratori e clienti. Questo non è giusto».

Boccia: «Spediti 84mila tamponi»

«Dalla Santelli mi sarei aspettato un impegno forte e radicale, come quello messo nell'ordinanza, anche sui tamponi. Ne abbiamo spediti 84mila ma ne hanno fatti solo 37mila per 2 milioni di abitanti». A dichiararlo ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia, a margine della presentazione dei nuovi operatori socio-sanitari che saranno impiegati nelle carceri italiane, riferendosi alla situazione dei contagi in Calabria. «Se ci sono zero contagi e pochi tamponi, la cosa è sospetta».

 

LEGGI ANCHE:

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio