Coronavirus Calabria, le notizie e gli aggiornamenti in tempo reale - LIVE

Gli ultimi aggiornamenti sul coronavirus e sui pazienti in Calabria risultati positivi al tampone. Notizie anche su guarigioni e decessi registrati

3
di Redazione
12 aprile 2021
06:04

La Calabria da lunedì 12 aprile passa in zona arancione. È quanto deciso dal ministro Speranza a seguito dei dati pubblicati dall'Istituto superiore di sanità nel consueto monitoraggio settimanale.

IL BOLLETTINO REGIONALE 12 APRILE

Coronavirus Calabria - Aggiornamenti Live

In questa pagina tutti gli aggiornamenti live sulla situazione coronavirus in Calabria.


12 aprile 

Ore 21.50 - Zona rossa in 4 comuni del Cosentino e in uno del Crotonese

Il presidente ff Nino Spirlì ha firmato un’ordinanza per riportare in zona rossa i comuni cosentini di Acri, Altomonte, Crosia, San Giovanni in Fiore ed il comune crotonese di Cutro.

Ore 19.28 - A Corigliano Rossano 70 nuovi positivi

I dati trasmessi dall’Asp di Cosenza sul territorio della Sibaritide si confermano preoccupanti. A Crosia 144 casi e 2 decessi negli ultimi 30 giorni, allarme anche a Cariati.

Ore 18.50 - 35 nuovi positivi a Lamezia

La settimana in zona arancione si apre per Lamezia Terme con 35 positivi e tutti i posti letto del reparto Covid del Giovanni Paolo II occupati. I positivi attuali sono 503, ma a fare da contraltare è la comunicazione della guarigione di 36 soggetti.

Ore 16.20 - A Rende scuole chiuse fino a lunedì prossimo

Dopo Cosenza e Mendicino, anche Rende chiude le scuole. Il sindaco Marcello Manna, al termine di un riunione con il presidente della Provincia, Franco Iacucci, ha messo la firma sull’ordinanza che sbarra le scuole rendesi, di ogni ordine e grado, fino a lunedì prossimo.

Ore 10 - Il Covid uccide un 38enne, Terranova da Sibari in lutto

Il Covid si è portato via un ragazzo di 38 anni, marito e padre di famiglia. Aveva tre figli, tutti in tenerà età. In passato aveva sofferto di problemi cardiologici. Viveva e lavorava a Terranova da Sibari, piccolo centro dell'entroterra cosentino di cinquemila abitanti.

Ore 9.20 - Scuole chiuse nel Crotonese

Diversi sindaci del Crotonese chiudono le scuole. Prevista la didattica a distanza fino al 17 aprile nei comuni di Cutro, Cirò, Cirò Marina e Roccabernarda, mentre non si tornerà in classe prima del 21 aprile a Pallagorio, Carfizzi, San Nicola dell'Alto, Verzino e Umbriatico.

Ore 00.15 - Scuole chiuse a Cosenza

Il sindaco Mario Occhiuto non ha perso tempo: dopo qualche ora di riflessione ha disposto la chiusura di tutte le attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, alla luce della situazione emergenziale venutasi a creare in provincia di Cosenza sotto il profilo dei contagi da coronavirus.

11 aprile 

Ore 21.45 - A Cosenza si pensa alla chiusura delle scuola da martedì

Mario Occhiuto ha diffuso poco fa un messaggio sui social, preannunciando misure straordinarie per i prossimi giorni, per tentare di calmierare i tanti focolai da coronavirus. Tra le misure al vaglio anche la chisura delle scuole dal prossimo martedì.

Ore 18.25 - Ambulanze ancora in fila all'ospedale Cosenza

La fila delle ambulanze davanti l’ingresso del Dipartimento di Emergenza dell’Annunziata è di nuovo lunga, consistente, angosciante.

Ore 12.37 - Vaccini agli over 70 a Cosenza

L'implementazione sulla piattaforma informatica del punto vaccini di Vaglio Lise a Cosenza, gestito dall'esercito, ha consentito di ampliare in maniera significativa l'agenda delle prenotazioni, adesso allargata anche ai settantenni.

Ore 7.19 - In un giorno oltre 10mila vaccinazioni in Calabria 

Dopo il risicato risultato conseguito nella due giorni di Pasqua, la Calabria sfonda finalmente il tetto delle 10mila vaccinazioni in un giorno ma di misura. L'obiettivo è stato raggiunto nella giornata di ieri. 

9 aprile 

Ore 18.40 - Nuovo morto Covid nel Cosentino

Nuovo decesso Covid oggi a Cosenza. Si tratta di una 80enne rossanese, morta all’Annunziata dopo una lunga battaglia iniziata da meno di un mese. Il dato relativo alla mortalità sale a quota 63 dall’inizio della pandemia. 

Ore 15.25 - Rinviata la partita del Catanzaro

Dodici i positivi nel gruppo squadra e la Lega Pro decide di rinviare al 21 aprile la partita contro la Juve Stabia.

Ore 15.11 - A San Giovanni in Fiore scuole chiuse fino al 17

Il sindaco Rosaria Succurro proroga l'ordinanza di chiusura e spiega che si tratta di una decisione precauzionale «per proteggere anziani, minori, adulti e famiglie». 

Ore 14.30 - A Crotone ospedale in affanno

L'Azienda ospedaliera si starebbe attrezzando per aprire la struttura tendata. Sotto pressione anche il 118, che non riesce a far fronte a tutte le emergenze di soccorso

Ore 12.46 - Calabria verso l'arancione?

La Calabria potrebbe passare in zona arancione. L'indice Rt regionale si attesta a 0,93 (0,86;1) e il rischio è moderato. Il consueto monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità che potrebbe decretare il passaggio a misure meno restrittive.

Ore 11.45 - A Laino Borgo scuole chiuse fino al 18 aprile

Lezioni sospese in presenza fino al prossimo 18 aprile in tutte le scuole di Laino Borgo. La sindaca, Mariangelina Russo ha firmato l'ordinanza stante l'aumento dei casi negli ultimi giorni.

8 aprile 

Ore 19.25 - Registrati contagi nei reparti no-Covid dell'ospedale di Cosenza

Da qualche giorno all'Annunziata di Cosenza si registra anche nelle aree no Covid la presenza di soggetti positivi, con il rischio di una espansione dei casi a macchia d’olio. Ormai siamo in costante presenza della variante inglese, notoriamente più aggressiva e contagiosa.

Ore 19.20 - A Lamezia altri 20 positivi

Crescono i positivi al Covid 19 a Lamezia Terme. Venti quelli comunicati dall’Asp di Catanzaro all’amministrazione comunale di Lamezia Terme. In totale sono 505 i soggetti affetti da Covid.

Ore 17.50 - Corigliano Rossano, da domani si torna in classe

Sospesa l’ordinanza sindacale che aveva disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado a causa dell’emergenza sanitaria fino al 21 aprile. Nuovo provvedimento dei giudici del Tar della Calabria che congelano gli effetti dell’ordinanza. Da domani si torna in classe.  

Ore 15.24 - Sindaci del Cosentino alla Regione per il caos vaccini

I sindaci del cosentino  hanno manifestato nel piazzale della cittadella regionale di Catanzaro per chiedere riposte alla Regione e quindi al commissario ad acta Guido Longo e al presidente facente funzioni Nino Spirlì, in merito al piano vaccinale che è ancora nel caos.

Ore 11.20 - Covid Calabria, peggiorano ancora i dati

È ulteriormente peggiorato, nella settimana che va dal 31 marzo al 6 aprile, l'indicatore relativo ai "Casi attualmente positivi per 100.000 abitanti" che si è fermato a 607. Lo rileva il monitoraggio settimanale elaborato dalla Fondazione Gimbe.

7 aprile 

Ore 19.34 - Ente fiera Catanzaro diventa centro vaccini

La deadline è stata fissata per lunedì. Quella è la data a cui si è giunti al termine della riunione convocata stamattina in Prefettura per l'ufficiale attivazione del hub vaccinale che sorgerà all'interno dell'Ente fiera a Catanzaro

Ore 19.32 - al via vaccinazione agli over 70

Sulla piattaforma di Poste italiane è attiva, da oggi, la prenotazione delle vaccinazioni anti-Covid per i soggetti con età superiore ai 70 anni. A comunicarlo è la Protezione civile regionale.

Ore 17.30 - 500 positivi a Lameziam Terme

Lamezia Terme in piena linea con quanto sta accadendo a livello regionale sta vivendo il momento peggiore della pandemia da Covid. I numeri si avvicinano a toccare la punta massima dei 500.

Ore 13.13 - 38 pazienti in attesa di ricovero tra Cosenza e Rossano

Resta critica la situazione ospedaliera nel cosentino in relazione all'emergenza Covid. Venticinque persone positive sono al Pronto soccorso dell'ospedale Annunziata di Cosenza - dove ieri si è formata anche una coda di ambulanze - in attesa di essere sistemate in reparto. Altre 13 sono nel pronto soccorso dell'ospedale di Rossano. 

Ore 13.00 - Nuovi punti vaccini

L’Asp di Cosenza ha implementato la piattaforma telematica di prenotazione dei vaccini con altri due punti di somministrazione. Si tratta dei centri di Montalto Uffugo e di Mormanno. 

Ore 9.47 - Scuole chiuse a Scandale e Roccabernarda

Scuole chiuse a Scandale e Roccabernarda. I sindaci dei due centri hanno deciso di sospendere la didattica in presenza fino a sabato 10 aprile, dopo l’aumento dei contagi

Cosa prevede la arancione

Spostamenti

-Dalle 5 alle 22 non è necessario motivare gli spostamenti all'interno del proprio comune. Per quelli verso altri comuni, nonché dalle 22 alle 5 anche all'interno del proprio comune, si deve essere sempre in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti.

Per quanto riguarda le visite ad amici o parenti, in quest’area è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata dello stesso Comune, tra le ore 5.00 e le 22.00, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.
A chi vive in un Comune che ha fino a 5.000 abitanti è comunque consentito spostarsi, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione o Provincia autonoma), anche per le visite ad amici o parenti nelle modalità già descritte, con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia.

Bar e ristoranti

In quest'area è sempre vietato consumare cibi e bevande all’interno dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione (compresi bar, pasticcerie, gelaterie etc.) e nelle loro adiacenze.
Dalle 5.00 alle 22.00 è consentita la vendita con asporto di cibi e bevande, come segue:
- dalle 5.00 alle 18.00, senza restrizioni;
- dalle 18.00 alle 22.00, è vietata ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina (e altri esercizi simili).
La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.
È consentita, senza limiti di orario, anche la consumazione di cibi e bevande all’interno degli alberghi e delle altre attività ricettive, per i soli clienti ivi alloggiati.

Attività commerciali

Non sono previste limitazioni alle categorie di beni vendibili. Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all'interno dei centri commerciali e dei mercati, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.
Le attività commerciali al dettaglio si svolgono comunque a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni.

Scuola

È assicurato in presenza lo svolgimento:
-  dei servizi educativi per l'infanzia (nidi e micronidi, sezioni primavera e servizi integrativi quali spazi gioco, centri per bambini e famiglie, servizi educativi in contesto domiciliare comunque denominati e gestiti);
-  dell’attività scolastica e didattica della scuola dell'infanzia (materna);
- dell’attività scolastica e didattica della scuola primaria (elementari);
-  dell’attività scolastica e didattica della scuola secondaria di primo grado (scuole medie).

Nello stesso periodo, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado (licei, istituti tecnici etc.) garantiscono l’attività didattica in presenza ad almeno il 50 per cento, e fino a un massimo del 75 per cento, della popolazione studentesca, mentre la restante parte si avvale della didattica a distanza. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento telematico con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top